Logo
Architekturrat der Schweiz
Conseil suisse de l'architecture
Consiglio svizzero dell'architettura
Architectural Council of Switzerland
Cussegl svizzer d'architectura
Kontakt
Geschäftsstelle
E heike.biechteler@architekturat.ch
T +41 77 411 00 59

Consiglio svizzero dell'architettura

Il Consiglio dell’architettura è stato fondato nel 2008 e si propone come piattaforma di discussione delle scuole svizzere di architettura. Il Consiglio raggruppa in una piattaforma comune tutte le università e le scuole universitarie professionali della Svizzera attive nel campo dell’architettura e, in qualità di associazione professionale, la Società svizzera degli ingegneri e degli architetti (SIA). La SIA rappresenta, in questo contesto, anche gli interessi di altre società e associazioni.

L’obiettivo del Consiglio dell’architettura è quello di armonizzare la formazione degli architetti in Svizzera, di promuovere la ricerca e, in quanto piattaforma comune, di sensibilizzare il mondo politico alla disciplina dell’architettura. I membri del Consiglio dell’architettura rappresentano le loro scuole e sono responsabili per le verifiche e le necessarie discussioni all’interno delle loro istituzioni.
Grazie a un’agenda comune, il presidente e il vice presidente rappresentano gli interessi del Consiglio dell’architettura sia all’interno che verso l’esterno.

 

Insegnamento

Il Consiglio dell’architettura riconosce il sistema duale con due diversi e già consolidati percorsi formativi per accedere alla professione di architetto: uno attraverso il liceo e l’università e l’altro attraverso l’apprendistato di disegnatore edile, la maturità professionale e la scuola universitaria professionale.
Il Consiglio dell'architettura sottolinea la grande autonomia dell’insegnamento e della ricerca presso le università. Nel contempo, in sinergia con le associazioni professionali, si pone la sfida di dare visibilità ai profili complementari dei due tipi di scuola universitaria. Il Consiglio dell’architettura si pone delle direttive per garantire la qualità disciplinare attraverso i peer e i peer review.

 

Missione

 Il Consiglio dell’architettura mira a promuovere l’insegnamento e la ricerca nel campo dell’architettura, e in particolare

  • la creazione di una piattaforma nazionale con visibilità internazionale

  • il posizionamento dell’insegnamento e della ricerca nelle questioni fondamentali, in special modo per quanto attiene le valutazioni scientifiche

  • la cura dei contatti con la politica, con le organizzazioni professionali e con l’economia

Il Consiglio dell’architettura riconosce il sistema di formazione duale.
Da solo o in collaborazione con altre organizzazioni, il Consiglio è in grado di assumere compiti ulteriori a favore delle scuole svizzere di architettura e di garantire una comunicazione efficace con gli organismi europei.  

 

Ricerca

La ricerca nel campo dell'architettura si avvale in larga misura dei metodi di altre discipline, ad esempio della ricerca nell‘ambito delle scienze naturali o in quello delle scienze umane, ciò che complica il riconoscimento dell’architettura in quanto disciplina autonoma, fondata su principi riconosciuti e caratterizzata dal progredire della conoscenza e della pratica.
Il Consiglio dell’architettura constata che differenziare tra ricerca di base e ricerca applicata, così come assegnare la ricerca alle università o alle scuole universitarie professionali non ha molto senso. Il Consiglio sostiene l'ampliamento delle attività di ricerca e la collaborazione tra gli istituti.
Il Consiglio dell‘architettura riconosce l’atto costitutivo «EAAE Charter on Architectural Research» in quanto documento di base di ampia concezione per la ricerca in architettura.
Il Consiglio dell’architettura cerca di rispondere all’esigenza di una ricerca specifica condotta nell’essenza stessa della disciplina, e questo con metodi che si avvalgono della «progettazione e costruzione architettonica» in quanto fonte di nuove cognizioni del sapere («Ricerca attraverso l’architettura» o «Ricerca attraverso il design»).
Il Consiglio dell’architettura, attraverso i suoi membri, s’impegna a definire gli strumenti per la convalida dei risultati di ricerca in collaborazione con altri istituti superiori, con organismi nazionali (Commissione per la tecnologia e l’innovazione CTI, Fondo Nazionale Svizzero FNS) e internazionali.